Reclami

Procedura in caso di reclamo

Eventuali reclami in relazione al contratto di mediazione dovranno essere effettuati per iscritto mediante comunicazione contenente i seguenti elementi:

  • Nominativo o denominazione del cliente
  • Recapiti del cliente
  • Data del contratto di mediazione
  • Motivazione del reclamo
  • Richiesta sottoposta al mediatore.

I reclami dovranno essere trasmessi a mezzo lettera raccomandata A/R a:
Cash Flow S.r.l. 
Ufficio Reclami
Via G. Porzio – CDN Isola A/3
80143 – Napoli (Na)

Oppure
tramite PEC all’indirizzo cashflow@pec.cashflowsrl.com.

In caso di controversie aventi ad oggetto il contratto di mediazione creditizia o rapporto ad esso connesso, il Foro competente in via esclusiva sarà quello generale del consumatore.

Ricorsi e conciliazione
Il cliente può presentare un reclamo al finanziatore (Banca, Intermediario Finanziario, Istituto erogante, ecc.), con il quale il mediatore lo avrà messo in contatto che risponderà entro 30 giorni.

Nel caso in cui il cliente non è soddisfatto o non ha ricevuto risposta, prima di ricorrere al giudice può rivolgersi all’Arbitro Bancario Finanziario (ABF).

Per sapere come rivolgersi all'Arbitro può consultare il sito www.arbitrobancariofinanziario.it,  chiedere presso le Filiali della Banca d'Italia, oppure chiedere al mediatore creditizio.

Di seguito si riportano i recapiti delle Segreterie tecniche dei tre Collegi dell’Arbitro Bancario Finanziario (ABF) istituite presso le sedi della Banca d’Italia di Milano, Roma e Napoli:

  • Segreteria tecnica del Collegio di Roma (Via Venti Settembre, 97/e - 00187 Roma – Tel.: 06 47921)
  • Segreteria tecnica del Collegio di Milano (Via Cordusio, 5 - 20123 Milano – Tel.: 02 724241)
  • Segreteria tecnica del Collegio di Napoli (Via Miguel Cervantes, 71 - 80133 Napoli – Tel.: 081 7975111).